EDILCLIMA

GLI UFFICI EDILCLIMA RESTERANNO CHIUSI DALL'8 AL 24 AGOSTO COMPRESI. BUONE VACANZE!

Qualora le utenze “distaccate” dall’impianto centralizzato debbano pagare la rispettiva quota di spesa fissa, come si fa operativamente a gestire tale situazione in EC710?

Esistono due aspetti operativi di cui tener conto, uno riguarda le valutazioni prestazionali teoriche funzionali all’applicazione della norma e l’altro riguarda la gestione di tali unità abitative in fase di ripartizione spese vera e propria (prospetto a consuntivo).

 Per quanto riguarda le valutazioni prestazionali teoriche si precisa quanto segue:

  • valutazione prestazionale teorica finalizzata alla determinazione dei “millesimi”
    Dovendo coinvolgere le utenze “distaccate” nel pagamento della quota fissa, dovremo determinare anche per esse i rispettivi millesimi; a tale scopo pertanto la presente valutazione prestazionale dovrà includere tali unità abitative.
  •  valutazione prestazionale teorica finalizzata al prospetto previsionale e al prospetto a consuntivo
    La presente valutazione, essendo finalizzata alla determinazione delle prestazioni nelle condizioni reali di utilizzo, non dovrà includere i fabbisogni delle utenze “distaccate” in quanto appunto non più allacciate all’impianto centralizzato. Ne discende pertanto che per tali utenze i consumi teorici annui di energia termica utile finalizzati al prospetto previsionale (fabbisogni ideali A3 - Qsys,out) dovranno risultare nulli.

 Per quanto riguarda invece la gestione in EC710 di tali utenze nel calcolo della ripartizione stagionale (prospetto a consuntivo), esse dovranno essere introdotte nel programma assieme a tutti gli altri appartamenti e semplicemente verrà loro attribuito un consumo volontario chiaramente nullo.

In particolare, per l’unita immobiliare distaccata (sezione “Ripartizione spese”, maschera “Impostazioni”, scheda “Appartamenti”) operare come segue:

  • spuntare l’apposito pulsante di selezione per i servizi centralizzati da cui l’utenza si è “distaccata”;
  • • nella maschera “Prestazioni Energetiche”, inserire nell’apposita casella il corrispondente fabbisogno ideale (A2) Q_sys,out affinchè all’alloggio vengano attribuiti i propri millesimi e, pertanto, una quota parte della componente fissa di spesa.

Così facendo l’unità immobiliare distaccata concorrerà al sostenimento della quota fissa, non generando aggravi di spesa per gli altri condómini, ma non dovrà sostenere, in merito all’impianto centralizzato, alcun corrispettivo a consumo. Tale corrispettivo, che esula dalla ripartizione condominiale, concernerà infatti il corrispondente impianto autonomo.